Matteo Della Bordella

Data di nascita
04/07/1984

Soprannome
Teo

Luogo di nascita
Varese

Destinazione preferita
Patagonia

Montagna preferita
Non ho una montagna preferita

Filosofia
Vivere la natura così com’è ed adattarsi ad essa. Esplorare posti nuovi e scalare in libera le pareti più difficili del mondo, senza lasciare traccia del proprio passaggio.

Realizzazioni
Patagonia:
•    Prima salita parete Ovest Torre Egger 1200m 7a A2 WI4
•    Concatenamento di Aguja de la Silla e Cerro Fitz Roy 2000m 6a+ M5
•    Nuova via sull’Aguja Saint-Exupery 700m 7a
Pakistan: Prima salita parete Sud Ovest Uli Biaho Tower (6109m) 6b A0 M4
Yosemite (USA): salita in libera della via “Free Rider” sul Capitan 1000m 7c max
Wenden (CH): apertura e prima libera delle vie “Infinite Jest” (700m, 8b), “Coelophysis” (700m 8a+), “Portami via” (350m 7c+), prima libera della via “Ibicus” (400m, 8b)
Canton Ticino (CH): apertura e prima libera de “Il mito della Caverna” (350m, 8a) e “Non è un paese per vecchi” (450m, 7c+), salite in libera di Ritorni Notturni (350m, 8a+) e Super cirill (350m, 8a+ trad)
Peak district (UK): salita in libera di Gaia (E8 6c) e Masters Edge (E7 6c)
Arrampicata sportiva e tradizionale: tiri lavorati fino all’8b+, fino al 7c+/8a vista e flash, numerosi tiri fino all’8b saliti in stile tradizionale

Momento di orgoglio nella vita
Quando dopo 3 anni di tentativi e circa 150 giorni passati in Patagonia sono arrivato in cima alla Torre Egger. Un’avventura ed una salita che ci ha impegnato a fondo, dove abbiamo dato il meglio di noi, provando, sbagliando e riprovando. Grazie a Matteo Bernasconi e Luca Schiera per aver condiviso con me alcuni momenti indimenticabili.

Cause sostenute
Dal punto di vista alpinistico ho sostenuto a lungo la causa del “non mettere spit di fianco alle fessure”, preservando il terreno di gioco per chi, come me, ama scalare mettendo nut e friends.
 
Prodotti KONG preferiti
Rinvio Argon
Moschettone ghiera Argon
Sacco Genius
Casco Scarab
Martello Speleagle

Alpinisti di ispirazione
Tommy Caldwell, per il suo modo di vivere l’arrampicata e il suo approccio alle pareti; per me è un grande amico oltre ad un modello di vita.
Nico Favresse, perché fa cose straordinarie divertendosi sempre.
Stefan Glowacz, per la sua polivalenza e la filosofia “by fair means”.

Motto personale
BON, SI FA!

Cose che mi rendono veramente felice
Scalare una montagna impegnativa
Chiudere un tiro al mio limite
Vedere la mia ragazza

Vie preferite
Infinite jest, Wenden
Via attraverso il pesce, Marmolada
Free Rider, Yosemite

Debolezza
Troppe… dovendo sceglierne un paio diciamo che non amo l’arrampicata su ghiaccio, al freddo, e per la scalata su roccia mi manca la forza esplosiva.

Tre cose che porto sempre nello zaino
Cibo: in particolare le schiacciatine e una barretta energetica portafortuna
Guanti e cappello
Nastro per bendarsi mani e dita

Website:

www.ragnilecco.com

http://it.wikipedia.org/wiki/Matteo_Della_Bordella

 

Social pages:

https://www.facebook.com/people/Matteo-Della-Bordella/10045345

http://instagram.com/matteodellabordella